www.asyabahis.org www.dumanbet.live pinbahiscasino.com www.sekabet.net olabahisgir.com maltcasino.net www.faffbet-giris.com www.asyabahisgo1.com www.dumanbetyenigiris.com pinbahisgo1.com www.sekabet-giris2.com olabahisgo.com www.maltcasino-giris.com faffbet.net www.betforward1.org www.betforward.mobi 1xbet-adres.com 1xbet4iran.com www.romabet1.com yasbet2.net 1xirani.com romabet.top www.3btforward1.com 1xbet https://1xbet-farsi4.com بهترین سایت شرط بندی
mercoledì, Luglio 24, 2024
ComunicaIn
HomeBreviContinua nelle scuole il progetto dell’Asp di Catania per educare al corretto...

Continua nelle scuole il progetto dell’Asp di Catania per educare al corretto uso dei cellulari

Riprendono le attività del Progetto “Stop Phone”, rivolto a docenti e alunni degli Istituti superiori della Provincia, per un utilizzo corretto, consapevole e intelligente del telefono cellulare. Il prossimo appuntamento in programma è fissato per domani, mercoledì 17 aprile, a partire dalle ore 11.00, presso l’Istituto Comprensivo Statale “Maria Montessori-Pietro Mascagni” di Catania.

Il progetto, coordinato dal direttore sanitario dell’Asp di Catania, Antonino Rapisarda, nella cornice del Piano Regionale della Prevenzione 2020-25 – Linea PP04 area dipendenze, è promosso dal Dipartimento di Prevenzione (guidato da Antonio Leonardi) e dal Dipartimento di Salute Mentale (diretto da Carmelo Florio).

Coinvolti, dall’inizio dell’anno scolastico ad ora, circa 600 studenti, di età compresa fra gli 11 e i 15 anni.

Le attività si concluderanno il 6 maggio, con l’ultimo incontro in programma presso l’Istituto Comprensivo Statale “G. Verga” di Viagrande.

«Ogni attività formativa rivolta ai più giovani è un investimento per il futuro – afferma il commissario straordinario dell’Asp di Catania, Giuseppe Laganga Senzio -. Ringrazio tutti gli attori coinvolti in questa iniziativa con la quale promuoviamo un uso consapevole dello smartphone, valorizzandone le opportunità, ma cogliendo anche i rischi».

Sono 7 gli Istituti scolastici che hanno aderito al progetto. Oltre all’Istituto “Montessori-Mascagni”, già citato, hanno partecipato anche:

  • Istituto Comprensivo Statale “G. Parini” di Catania
  • Istituto Comprensivo Statale “G. Rodari” di Acireale
  • Istituto Comprensivo Statale “Padre Pio” di Misterbianco
  • Istituto Comprensivo Statale “Carlo Alberto Dalla Chiesa” di San Giovanni La Punta
  • Istituto Comprensivo Statale “G. Falcone” di Catania.

Tre le equipe impegnate nel progetto: due dell’Asp di Catania, una del Dipartimento di Prevenzione, composta da Rosa Rita Lo Faro, direttore UOC Servizio Igiene Ambienti di Vita (SIAV), e Francesca Grazia Cicciù, dirigente medico dello stesso Servizio; l’altra del Dipartimento di Salute Mentale, formata da Fabio Brogna, direttore UOC Servizio Territoriale Dipendenze Patologiche, e Filomena Galano, dirigente pedagogista della stessa Unità Operativa; e una del Centro operativo per la Sicurezza cibernetica della Polizia Postale-Sicilia Orientale (COSC), diretto dal primo dirigente della Polizia di Stato, Marcello La Bella, composta dai dirigenti Letterio Freni e Gabriele Piazza, che hanno trattato le tematiche relative ai pericoli del web e in particolare le condotte di cyberbullismo.

Quest’anno le azioni formative sono, inoltre, realizzate in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia-Ufficio VII – Ambito Territoriale di Catania (diretto da Emilio Grasso) e la Rete Civica della Salute (presieduta da Pieremilio Vasta) con la partecipazione attiva di Maria Grazia Romano, referente RCS su questa linea di attività del Piano aziendale di Prevenzione.

In ciascun incontro gli operatori aiutano gli alunni a conoscere e comprendere i rischi fisici e psicologici sulla salute, a breve e a lungo termine, legati a un eccessivo uso del cellulare, all’esposizione alle onde elettromagnetiche e alla nomofobia.

Contestualmente sono suggeriti i comportamenti corretti da adottare per prevenire tali rischi, che hanno ricadute dirette anche su normali attività quotidiane, ad esempio: sul ritmo circadiano del sonno, causando eccitamento e difficoltà ad addormentarsi; sulla vista con secchezza, fatica ed abbagliamento oculare; sulla muscolatura, specialmente quella del collo e delle spalle derivante da assunzione di posizioni errate durante l’uso eccessivo del telefono cellulare.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -ComunicaIn

I PIÙ LETTI