www.asyabahis.org www.dumanbet.live pinbahiscasino.com www.sekabet.net olabahisgir.com maltcasino.net www.faffbet-giris.com www.asyabahisgo1.com www.dumanbetyenigiris.com pinbahisgo1.com www.sekabet-giris2.com olabahisgo.com www.maltcasino-giris.com faffbet.net www.betforward1.org www.betforward.mobi 1xbet-adres.com 1xbet4iran.com www.romabet1.com yasbet2.net 1xirani.com romabet.top www.3btforward1.com 1xbet https://1xbet-farsi4.com بهترین سایت شرط بندی
lunedì, Luglio 22, 2024
ComunicaIn
HomeEvidenzaL'InterventoIl decreto legge sull’abbattimento delle liste d’attesa in pillole

Il decreto legge sull’abbattimento delle liste d’attesa in pillole

di Bruno Messina

Di seguito la sintesi degli articoli del Decreto Legge approvato il 4 giugno dal Consiglio dei Ministri per migliorare l’efficienza e l’accessibilità dei servizi sanitari, oltre a garantire una migliore gestione delle liste di attesa e un controllo più efficace sull’assistenza sanitaria.

L’articolo 1 istituisce la Piattaforma nazionale delle Liste di Attesa presso l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (AGENAS), che collaborerà con il Ministero della salute per gestire le liste di attesa. Questa piattaforma garantirà l’interoperabilità con le piattaforme regionali e provinciali, avvalendosi dei dati del flusso informativo Tessera Sanitaria – TS e dei dati relativi alle prenotazioni dai CUP regionali. Si definiscono anche le linee guida per il suo funzionamento.

L’articolo 2 istituisce l’Organismo di verifica e controllo sull’assistenza sanitaria presso il Ministero della salute. Questo organismo vigilerebbe sul rispetto dei criteri di efficienza e appropriatezza nei servizi sanitari, utilizzando i dati della Piattaforma nazionale e conducendo audit sul sistema di gestione delle liste di attesa.

L’articolo 3 riguarda l’implementazione del sistema di prenotazione delle prestazioni sanitarie. Gli erogatori pubblici e privati accreditati devono aderire al Centro Unico di Prenotazione (CUP). Si stabilisce l’obbligo di attivare un sistema di disdetta delle prenotazioni e si disciplina il pagamento per le prestazioni non usufruite. Si promuove l’utilizzo di soluzioni digitali per la prenotazione e il pagamento dei ticket.

L’articolo 4 mira a potenziare l’offerta assistenziale, permettendo la realizzazione di visite diagnostiche e specialistiche anche nei giorni festivi e con orari prolungati. Si stabilisce inoltre un equilibrio tra l’attività istituzionale e quella libero-professionale del personale sanitario.

L’articolo 5 prevede un aumento della spesa per il personale sanitario delle regioni autorizzato per l’anno 2023, con un incremento del 10% del fondo sanitario regionale rispetto all’anno precedente, fino al 15% con un’autorizzazione speciale. Viene abrogato l’articolo 11 del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 35.

L’articolo 6 introduce ulteriori misure per potenziare l’offerta assistenziale e rafforzare i Dipartimenti di salute mentale, includendo investimenti nelle infrastrutture e nella formazione degli operatori sanitari.

L’articolo 7 prevede una misura in favore degli operatori sanitari; in particolare, si introduce un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle relative addizionali, che riduce al 15 % il prelievo tributario sugli emolumenti percepiti dal personale sanitario per gli straordinari svolti nell’ambito dei piani di riduzione delle liste d’attesa a seguito dell’entrata in vigore del decreto.

Bruno Messina

Avvocato, Presidente del Codacons Siracusa, Vice Presidente Codacons Sicilia

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -ComunicaIn

I PIÙ LETTI