www.asyabahis.org www.dumanbet.live pinbahiscasino.com www.sekabet.net olabahisgir.com maltcasino.net www.faffbet-giris.com www.asyabahisgo1.com www.dumanbetyenigiris.com pinbahisgo1.com www.sekabet-giris2.com olabahisgo.com www.maltcasino-giris.com faffbet.net www.betforward1.org www.betforward.mobi 1xbet-adres.com 1xbet4iran.com www.romabet1.com yasbet2.net 1xirani.com romabet.top www.3btforward1.com 1xbet https://1xbet-farsi4.com بهترین سایت شرط بندی
mercoledì, Luglio 24, 2024
ComunicaIn
HomePrimo pianoSanitàLa bozza del "decreto Schillaci" per l'abbattimento delle liste d'attesa

La bozza del “decreto Schillaci” per l’abbattimento delle liste d’attesa

di Bruno Messina

Il prossimo 3 giugno il Consigli dei Ministri dovrebbe approvare il decreto legge che ha l’ambizioso obiettivo di abbattere il fenomeno delle liste d’attesa.  Ecco cosa prevede la bozza in sintesi.

  1. Diritti dei cittadini: Vengono garantiti i diritti quali l’accesso alle liste di attesa senza sospensioni, tempi massimi di attesa definiti, comunicazione trasparente sui tempi di attesa, e sanzioni per le violazioni.
  2. Prescrizione ed erogazione di prestazioni: Vengono definite classi di priorità per prestazioni sanitarie ambulatoriali, con tempi massimi di attesa variabili. Ad ognuna delle classi di priorità corrisponde una diversa tempistica di erogazione della prestazione sanitaria: a) classe U (URGENTE): entro 72 ore dalla richiesta di prestazione; b) classe B (BREVE ATTESA): entro 10 giorni dalla prenotazione; c) classe D (DIFFERITA): entro 30 giorni per le visite ovvero 60 giorni per gli accertamenti diagnostici dalla prenotazione; d) classe P (PROGRAMMABILE): entro 120 giorni dalla prenotazione secondo indicazione del medico prescrittore. Si promuovono anche percorsi diagnostico-terapeutico-assistenziali (PDTA).
  3. Governance delle liste di attesa: Viene istituito un Sistema Nazionale di Governo delle Liste di Attesa (SINGLA) che svolge varie attività. In particolare, il SINGLA ha tra le sue funzioni principali: l’analisi dei bisogni di prestazioni sanitarie, il controllo della domanda e dell’offerta, il monitoraggio dei tempi di attesa tramite una piattaforma nazionale, l’integrazione con il Nuovo Sistema di Garanzia (NSG), il collegamento dei sistemi regionali e aziendali, la formazione dei professionisti sanitari, la comunicazione istituzionale ai cittadini e il collegamento dei sistemi di prenotazione con il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE). Inoltre, si prevede il monitoraggio dei tempi di attesa per i ricoveri e il rafforzamento dei meccanismi di monitoraggio dell’equilibrio tra offerta istituzionale e attività libero professionale intramoenia (ALPI).
  4. Funzionamento del SINGLA: Una cabina di regia sovraintende al SINGLA. Vengono definiti strumenti come il Modello Nazionale di Classificazione e Stratificazione della popolazione (MCS) e la Piattaforma Nazionale delle Liste di Attesa.
  5. Piano Nazionale di Governo delle Liste di Attesa: Si definiscono linee guida per l’allineamento della domanda e dell’offerta di assistenza sanitaria a livello nazionale e regionale.
  6. Centri Unici di Prenotazione (CUP): Si istituiscono CUP regionali o infra-regionali per migliorare l’accesso alle prenotazioni, anche tramite soluzioni digitali. Gli erogatori pubblici e privati accreditati devono utilizzare il CUP regionale o infra-regionale, ed è necessaria l’interoperabilità dei sistemi di prenotazione privati accreditati con i CUP territoriali per stipulare accordi contrattuali. L’interoperabilità dei sistemi di prenotazione privati è valutata per l’accreditamento. Le regioni promuovono soluzioni digitali per la prenotazione e il pagamento del ticket; inoltre, il CUP attiva un sistema di promemoria per gli appuntamenti e permette la gestione delle prenotazioni. Infine, le linee guida nazionali regolano il mancato rispetto degli appuntamenti e il pagamento delle tariffe.

Sul punto, si sottolinea in sostanza l’importanza dell’interoperabilità dei sistemi di prenotazione, l’uso di soluzioni digitali e la gestione efficiente delle prenotazioni tramite il CUP, con norme specifiche per il pagamento delle tariffe in caso di mancato rispetto degli appuntamenti.

  1. Potenziamento dell’offerta assistenziale: Si prevede l’effettuazione di visite diagnostiche e specialistiche nei giorni festivi e la possibilità di prolungare gli orari di erogazione delle prestazioni per ridurre le liste di attesa.

Non resta che attendere di verificare se le norme garantiranno effettivamente un accesso più rapido alle prestazioni sanitarie, migliorando la gestione delle liste di attesa e promuovendo l’efficienza del sistema sanitario.

Bruno Messina – Avvocato, Presidente del Codacons Siracusa, Vice Presidente Codacons Sicilia

 

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -ComunicaIn

I PIÙ LETTI