www.asyabahis.org www.dumanbet.live pinbahiscasino.com www.sekabet.net olabahisgir.com maltcasino.net www.faffbet-giris.com www.asyabahisgo1.com www.dumanbetyenigiris.com pinbahisgo1.com www.sekabet-giris2.com olabahisgo.com www.maltcasino-giris.com faffbet.net www.betforward1.org www.betforward.mobi 1xbet-adres.com 1xbet4iran.com www.romabet1.com yasbet2.net 1xirani.com romabet.top www.3btforward1.com 1xbet https://1xbet-farsi4.com بهترین سایت شرط بندی
mercoledì, Luglio 24, 2024
ComunicaIn
HomeEvidenzaL'InterventoLacci e lacciuoli

Lacci e lacciuoli

Vero che la Medicina del Territorio deve essere rivista. Considerando che in Italia i cambiamenti sono lenti e sull’esito degli investimenti legati al Capitolo 6 del PNRR molti nutrono dubbi e perplessità, sarebbe opportuno mettere mano ad azioni più semplici e rapide, almeno in teoria. Per esempio una sfoltita al carico burocratico per i MMG: vedi note AIFA sulla prescrizione dei farmaci, piani terapeutici spacciati per paletti necessari all’appropriatezza nella dispensazione delle terapie e che in realtà sono dei tentativi inefficaci di fare farmacoeconomia.
Si potrebbe risparmiare “qualcosina” magari con maggiore trasparenza negli appalti e nell’acquisto di strumenti e materiali ed investire sulla formazione del personale?!
A proposito di personale si dice che i MMG lavorano poco e male. Che lavorino male è possibile.
Sicuramente non per loro volontà. Le uniche armi a loro disposizione sono il fonendoscopio e lo sfigmomanometro. Hanno ricevuto e ricevono tante promesse di miglioramento delle condizioni di lavoro ma rimane tutto sulla carta. Che lavorino poco assolutamente no!!! Sono letteralmente soffocati dalla burocrazia. Al carico che li riguarda più da vicino negli anni si è aggiunto quello di competenza di altre figure e che nulla a che vedere con i compiti diagnostico-terapeutici.
Per intenderci compiti strettamente di natura amministrativa per non dire di segreteria. Anche i cittadini, che alla fine sono coloro che ne subiscono le conseguenze, hanno le loro responsabilità in quanto vedono nel personale sanitario un avversario.
Ignorano che le responsabilità del mal funzionamento del sistema sono da ricercarsi altrove e più in alto. Se vogliamo che il Servizio Sanitario sopravviva è fondamentale la complicità fra pazienti e chi si prende cura della loro salute.
Da soli non ce la possiamo fare!!!

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -ComunicaIn

I PIÙ LETTI